Bolivia, un paese da scoprire. La distesa di sale Salar de Uyuni, il Canyon de Palca, La Paz

Viene soprattutto apprezzato da chi, zaino in spalla, si lascerà conquistare dai suoi panorami ma ancor di più dalla storia e cultura in cui si immergerà visitando città coloniali, miniere e deserti.

Il turismo di massa non ha ancora raggiunto la Bolivia; se state pensando un viaggio in questo paese, informatevi bene su quello che vi aspetta.

BOLIVIA COSA VEDERE

Confina con il Perù, il Brasile, l’Argentina, il Cile e il Paraguay, con un paesaggio variegato, dalle Ande al deserto di Atacama, al Lago Titicaca al confine con il Perù.

Viene soprattutto apprezzato da chi, zaino in spalla, si lascia conquistare dai suoi panorami, dalla storia e dalla cultura delle miniere, delle città coloniali e dal fascino dei deserti.

BOLIVIA CAPITALE

La capitale è Sucre che è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità: il colore bianco prevale tra i suoi palazzi in stile barocco.

✅Potosi, la città delle miniere di argento, la piu nota è la Miniera di Cerro Ricco.
Perchè visitarle: perchè improvvisamente sarete immersi nel passato, tra i minatori che ancora lavorano alla vecchia maniera.

✅Il Salar de Uyuni è il deserto di sale più grande del mondo; situato a 3650 mt di altitudine, con paesaggi simili a quelli lunari.

Il contrasto del cielo con il bianco del salar è da togliere e il fiato.

La distesa di sale piu grande del mondo
La distesa di sale piu grande del mondo

SALAR DE UYUNI PERIODO MIGLIORE

Il periodo migliore è la nostra Primavera (Aprile/Maggio), quando non piove.

In questo periodo infatti, non mancheranno dei tratti ancora bagnati che creeranno effetti visivi meravigliosi.

Al centro del Salar si trova l’isola de Incahuasi (Los Pescados), con la sua foresta di cactus centenari.

La capitale amministrativa La Paz si trova a quasi 4 mila metri sopra il livello del mare, il che rende quasi difficile respirare!

E’ la capitale più alta del mondo!

La Paz panorama

 

Ai suoi piedi il Canyon del Palca.

La Paz offre anche diversi musei. Il Museo de Metales Preciosos Pre-Columbinos dove si possono ammirare tre stupendi saloni ricchi di lavori in argento, oro e bronzo del periodo pre-conquistadores, il Museo Costumbista Juan de Vargas, dove vengono custoditi vari diorami della città.

La splendida Iglesia de San Francisco, iniziata nel 1549, in stile Mestizo e spagnolo, con al suo interno, una vera e propria chicca: il Mercato delle Streghe, dove si possono trovare amuleti, artigianato di ogni tipo, addirittura pozioni magiche.

Da non perdere poi la vista dall’Illimani, la vetta più famosa della Bolivia.

 

 

In Bolivia si osserva, tutto e dappertutto. Il panorama, la gente.

Ad esempio, come riporta la rivista DOVE VIAGGI, osservate le persone: le donne con i cappelli a bombetta e i loro codici per indicare se sono nubili o sposate (messo di lato significa “single”); oppure gli uomini più importanti che indossano camicie bianche e linde.

Il volo impiega circa 18 ore dall’Italia, spesso la Bolivia viene abbinata al Perù.

Al suo confine, troviamo il Lago Titicaca, una delle grandi meraviglie di questo lago sono le piccole isole galleggianti abitate dalla tribù degli Uros.

Lago Titicaca
Lago Titicaca
Lago Titicaca
Lago Titicaca
CLIMA DELLA BOLIVIA

In generale il clima è freddo e secco.

Il periodo più mite va da gennaio ad aprile, mentre quello più freddo va da giugno ad agosto. La Bolivia è un paese tropicale e di conseguenza le stagioni sono legate alle precipitazioni. Il miglior periodo per visitare il paese è quello compreso tra maggio e novembre, durante la stagione secca.

Collegmenti utili: http://www.viaggiaresicuri.it/paesi/dettaglio/bolivia.html

TravelFeliz

Agente di Viaggio in un tour operator e Travel Blogger: due professioni che si compensano, due obiettivi diversi. Lavorare con i viaggi e raccontare le esperienze ❣️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *