Fiandre, Belgio: le 7 cose da vedere assolutamente a Bruges

Ci sono alcune destinazioni che sono nella nostra wishlist, nella nostra lista dei desideri

Bruges, la capitale delle Fiandre,  in Belgio vi accoglie con la sua aria romantica, il lago dell’amore, la birra, il cioccolato e l’arte fiamminga.

A circa un’ora da Bruxelles e comodamente raggiungibile anche da Anversa, è una città sull’acqua con i suoi canali da scoprire, con scorci suggestivi, edifici medievali e persino i mulini a vento.

E’ una  città a misura d’uomo, dal fascino romantico, suggestiva durante le festività natalizie, sorprendente tutti i giorni dell’anno.

Ricordiamo che il Belgio si divide in tre regioni autonome.
  • La Regione di Bruxelles (la capitale) è il cuore del Belgio.
  • Le Regione fiamminga o delle Fiandre, con Anversa, Bruges, Gent, Mechelen e Lovanio la capitale della birra e anche dei libri.
  • La Regione Vallona, con il Lussemburgo, tra le altre località.

LE 7 COSE DA VEDERE A BRUGES

Il centro storico di Bruges si sviluppa intorno a due antichi centri medievali, il Markt e il Burg

1. PIAZZA DEL MERCATO o MARKT
Piazza del Mercato o Markt Bruges
ph credit: Visit Flanders

Il Markt di Bruges o Piazza del Mercato è il cuore della città e attira i turisti per le sue caratteristiche case dalle guglie appuntite.

Un tempo sede di corporazioni, oggi si trovano bar e ristoranti.

Il Belfort il simbolo di Bruges, dichiarato Patrimonio Unesco, si erige maestoso per 83 metri nel centro cittadino.

Da fare

Se siete in forma, salite la scalinata di 360 gradini e arrivate in cima al Campanile da dove si gode una meravigliosa vista della città e dintorni. Il campanile è un’opera di ingegneria con 47 campane azionate a mano.

2. IL BURG
burg bruges
ph credit: visit-burges.be

E’ una delle piazze principali di Bruges, è la Piazza quadrata.

Qui sorgeva il castello fortificato (burg) e la Chiesa di San Donaziano che purtroppo nel tempo sono andati distrutti.

Restano a testimonianza dello splendore di un tempo i magnifici edifici storici e il Municipio del ‘300, lo Stadhuis, con bellissime finestre decorate, torrette e guglie, con l’imperdibile Sala Gotica con dipinti del ‘400.

3. IL LAGO MINNEWATER, il lago dell’amore

Se vi portate al lago, vi sembrerà di entrare in una favola.

Minne in olandese significa “amore“, è il lago degli innamorati.

Il lago è circondato da un bellissimo parco e da un incantevole ponte con vista sui tetti e le torri di Bruges, scelto anche dai locali in cerca di tranquillità.

Troverete anche una grande colonia di cigni: la leggenda narra che in seguito alla condanna di uno degli amministratori della città, il cui stemma di famiglia era appunto il cigno, l’Imperatore Massimiliano d’Austria obbligò i cittadini a popolare di cigni il lago e la città per sempre.

4. LE CHIESE

La Basilica del Santo Sangue e la Chiesa di Michelangelo

La Basilica del Santo Sangue di Bruges ospita come sacra reliquia un frammento del tessuto utilizzato da Giuseppe d’Arimatea per asciugare il sangue di Cristo dopo la crocifissione.

L’adorazione della stessa è all’origine della storica Processione (la Heilig-Bloedprocessie) che si tiene ogni anno nel giorno dell’Ascensione per le strade del centro di Bruges.

 

 

La Chiesa di Michelangelo o Chiesa di Nostra Signora è la seconda costruzione al mondo per altezza in mattoni: ben 115 metri.

Al suo interno molte opere d’arte, tra cui la Madonna di Michelangelo, costruita nei primi anni del 1500 su ordine di una famiglia fiamminga, in contemporanea al David di Michelangelo conservato a Firenze.

 

 

5. I MUSEI: IL MUSEO GROENING E IL MUSEO MEMLING

Passeggiare per Bruges vi farà sentire in una favola, ma se volete vivere appieno l’esperienza, due sono i musei che non dovete perdere.

Al Groeningemuseum troverai tantissime opere di artisti fiamminghi raccolti in circa sei secoli, dai primitivi ai giorni più moderni.

Se la Birra e cioccolato sono in cima alla lista dei desideri dei turisti, i turisti non perdono l’occasione di visitare il particolare Museo Memling.

Si tratta di uno dei più piccoli ma famosi musei con 6 opere del ‘400 dell’artista Hans Memling, uno degli artisti fiamminghi più noti.

6.IL BEGIJNHOF DI BRUGES

BEGIJNHOF DI BRUGES

IL Beghinaggio di Bruges (in olandese Begijnhof) è un complesso di edifici che si trova a Bruges e che fa parte dei beghinaggi fiamminghi iscritti dal 1998 nella lista dei Patrimoni mondiali dell’UNESCO.

Il beghinaggio di Bruges è stato fondato nel 1245.

7. I Tips di TravelFeliz

Risparmia tempo e salta la fila, comprando in anticipo i biglietti per le attrazioni che vuoi vedere.

Card turistiche della città, tour in bus o battello, trasferimenti da e per l’aeroporto, scegli tra le tante proposte in rete.

Molto suggestive anche le vacanze in house boat, di vacanze  barca ne parliamo qui.

Bruges come arrivare

Bruges è facilmente raggiungibile in treno da Bruxelles o Anversa.

Da Bruxelles i treni partono ogni ora dalla stazione di Bruxelles Midi.

La durata del tragitto è circa un’ora.

Da Bruges puoi comodamente raggiungere anche Gent, altra splendida cittadina da non perdere.

Se viaggi in aereo, ci sono due aeroporti, quello internazionale di Zaventem oppure l’aeroporto di Charleroi, a 70 km da Bruxelles (è probabile che atterri in questo aeroporto se voli con le low cost).

Raggiungere Bruges in treno dall’aeroporto è un po’ più lungo, perché ti devi comunque portare in centro città: in alternativa puoi usare dei bus proprio fuori dall’aeroporto che ti portano direttamente nella bella cittadina in circa due ore.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici.

Seguici anche in Facebook e Instagram: @travelfelizblog

TravelFeliz

Agente di Viaggio in un tour operator e Travel Blogger: due professioni che si compensano, due obiettivi diversi. Lavorare con i viaggi e raccontare le esperienze ❣️

2 pensieri riguardo “Fiandre, Belgio: le 7 cose da vedere assolutamente a Bruges

  • 8 giugno 2018 in 19:27
    Permalink

    Bruges è una di quelle cittadine che mi ispira proprio. Il Belgio è sempre nella mia wishlist (vorrei fare un tour delle birre belghe), ma poi per un verso o per l’altro vado sempre altrove!

    Risposta
    • 8 giugno 2018 in 19:31
      Permalink

      E’ vero, birra, cioccolato e città suggestive sono proprio da wish-list

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *