Cosa fare a Genova con i bambini : Galata Museo del Mare

Idee per il weekend

Cosa fare a Genova con i bambini ma che incuriosiscono e stupiscono anche gli adulti?

Vi racconto la nostra esperienza al Galata, Museo del Mare, una delle attrazioni più interessanti della zona del Porto Antico.

Genova è una bella città con tante attrazioni, offre molte occasioni di svago e di intrattenimento per adulti e bambini: ne abbiamo già parlato qui.

In collaborazione con il Museo Galata, abbiamo visitato il più grande museo marittimo del Mediterraneo.

E’ un museo dedicato al mare e alla storia della navigazione dal 1200 ai giorni nostri.

Si tratta proprio di navigare nella storia, si sale a bordo, ci si immedesima nella vita dei marinai, dei passeggeri e dei migranti di ieri e oggi.

COSA VEDERE

Il  Museo è diviso in quattro piani, la visita richiede dalle 3 alle 4 ore, soprattutto se insieme ai bambini che si divertono a curiosare e giocare con navi, armi e schermi interattivi.

Il piano terra si apre con  una visione panoramica di Genova nel passato, ai tempi di Cristoforo Colombo e del futuro.

Al primo piano, trovate schermi “touch screen” interattivi e si potrà vedere dal vivo come costruire un remo di ben 11 metri.

Nella sala successiva, si entra nella bocca della Balena (ricostruita).

 

Galea presso Galata Museo del Mare
Galea presso Galata Museo del Mare

 

   Galea del ‘600 (ricostruzione)

 

Al primo piano, trovate schermi “touch screen” interattivi e si potrà vedere dal vivo come costruire un remo di ben 11 metri.

Nella sala successiva, si entra nella bocca della Balena (ricostruita).

 

 

 

Al secondo piano, si potrà rivivere l’esperienza del naufragio nella Sala della Tempesta in 4D nei pressi di Capo Horn su una scialuppa in balia delle onde.

Lo spettacolo viene riproposto ogni mezz’ora, dura una decina di minuti, non c’è nessun pericolo né per i bambini né per gli adulti.

Il terzo piano è dedicato al MEM, Memoria e Migrazioni, l’’emigrazione italiana via mare e l’immigrazione straniera.

Sicuramente, e’ un’esperienza educativa far conoscere ai bimbi un pezzo della nostra storia e scoprire insieme a loro gli alloggi dei transatlantici, dalla terza classe alla prima classe, con la ricostruzione di una cella e studio medico.

All’ingresso viene consegnato un passaporto e un foglio di via: è possibile inserire in un database il passaporto, oppure il nome di un vostro parente o amico emigrante per scoprire i dati del suo viaggio. I bambini si divertiranno moltissimo.

Inizia quindi un percorso che parte dal 1850  con le prime tratte da Genova verso le Americhe (Stati Uniti, Brasile, Argentina, Uruguay) fino al 1925, durante il periodo fascista, quando iniziano le migrazioni verso l’Etiopia, la Libia e l’Albania.

Dal 1950, l’emigrazione degli italiani è verso i paesi europei.

Si arriva quindi ad epoche piu recenti: dal 1975 si inverte il flusso migratorio e l’Italia inizia ad essere meta di immigrati dalle ex colonie.

I bambini si divertiranno un sacco con il loro passaporto e familiarizzeranno con la realtà migratoria.

Al quarto piano del museo del mare di Genova, si trova la Terrazza Mirador, con  vista mozzafiato sulla città e sul porto.

 

Andrea Doria in Mostra Galata Museo del Mare

 

Una sezione speciale è dedicata alla nave più bella del mondo “Andrea Doria.

Il bellissimo transatlantico fu varato nel 1951.

Era partita da Genova e viaggiava, in ritardo, alla volta di New York.

All’altezza di Nantucket l’Andrea Doria agli ordini del comandante Piero Calamai entrò in collisione con il transatlantico svedese Stockholm.

Laa prua della nave svedese squarciò la fiancata della motonave italiana sotto il ponte di comando, distruggendo tre ponti di cabine e 46 passeggeri purtroppo non sono riusciti a salvarsi.

Dopo 11 ore, il tempo di salvare la gran parte dei passeggeri e dell’equipaggio, la nave si inabissò.

Immagini, foto, ricostruzioni ti calano dentro la storia, ripercorrendola con modelli della nave.

 

 

IL SOTTOMARINO
Nazario Sauro, Sommergibile a Genova

Davanti al Galata è ormeggiato il Nazario Sauro S518: con un supplemento del biglietto, avrete la possibilità di salire a bordo del più grande sottomarino italiano visitabile in acqua.

Ci si può calare al suo interno per sperimentare le condizioni di vita dei sommergibilisti.

Alla fine della visita del Museo, si torna quindi alla biglietteria per ritirare i caschetti per scoprire la vita a bordo del sommergibile, gli alloggi dei sotto ufficiali e del comandante, la cucina, la mensa, il periscopio e la camera di manovra.

Il percorso è stretto ma non particolarmente claustrofobico o difficoltoso, nonostante gli avvisi in tal senso.

Alla fine del giro, ogni bambino potrà ritirare l’attestato di Marinaio Sommergibilista, dopo aver superato test e giochi per guadagnarsi la certificazione.

 

Informazioni pratiche per visitare Galata il museo del mare di Genova

  • Costo del biglietto compreso il sottomarino: 17 euro adulti + 12 euro bambini (4-12 anni).
  • Durata della visita: circa 3 ore.
  • Audioguide: 2 euro per il noleggio.
  • Età consigliata per la visita: dai 5 anni in su.
  • Età minima per il sottomarino: 4 anni.
  • Orari: variano a seconda del periodo dell’anno, da controllare sul sito.
  • Servizi: caffetteria con pasta e pizza al piatto  bookshop, bagni con fasciatoio, babysitting, visita guidata gratuita ogni domenica alle 15.
  • Dove: Genova centro, Calata De Mari 1 (Darsena)

All’interno del Museo è presente un bar (che però era chiuso il giorno in cui abbiamo effettuato la visita), ci sono un paio di bar/ristoranti nelle vicinanze o poco piu avanti.

Si ringrazia per la cortese ospitalità e collaborazione il Museo Galata.

Link ufficiale: http://www.galatamuseodelmare.it/

 

 

TravelFeliz

Agente di Viaggio in un tour operator e Travel Blogger: due professioni che si compensano, due obiettivi diversi. Lavorare con i viaggi e raccontare le esperienze ❣️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *