Creare un blog di viaggi : diventa un blogger di professione

Se sei su questa pagina, sicuramente ti interessa come creare un blog e magari farla diventare una professione.

Eh si, lo ammetto. Quando ho creato, qualche anno fa, la prima versione del mio blog di viaggio TravelFeliz su piattaforma gratuita wordpress.com pensavo fosse cosa facile. Lo è in effetti, ma poi si complica tutto.

Scegli un nome che ti “assomiglia”, compri un dominio (in questa fase non ti serve ancora), hai una piattaforma gratuita che ti aiuta e inizi a scrivere delle cose che ti piacciono ed entusiasmano.

Poi piano piano il blog cresce.

Devi creare le pagine e le categorie e cercare di dargli un ordine affinché chi si ritrova sul blog capisca quello che sta leggendo.

travelfeliz
Travel Blog Magazine TravelFeliz

Ci sono poi le foto: devono avere una certa grandezza, devono essere belle e non sgranate, devono essere possibilmente tue oppure attinte dal web ricordandosi di citare la fonte.

Ma non basta. Devi diventare social: aprire una pagina Facebook, un account Twitter, un profilo Instagram e Pinterest.

Ogni social network ha il suo modo di pubblicare, io non uso uno strumento unico. Pubblico su ogni social quell’articolo, con anteprime e commenti diversi.

 

 

Quando scrivi un articolo lo pubblichi prima di tutto sul blog. Stando attenti al Seo. Si perché la rete è impietosa. E allora inizi a familiarizzare con termini tecnici mai sentiti: snippet, keyword, meta search, meta description.

Se non usi le parole chiave giuste, un ordine che parte dal titolo e dal primo paragrafo rischi che l’articolo non compaia nella ricerca del mitico signor G (GOOGLE).

Quindi impari. Stai attenta a come imposti l’articolo, il titolo, la prima parola e il primo paragrafo e poi parti con ciò che vuoi esprimere, massimo 300 parole, paragrafi corti, italiano perfetto.

TravelFeliz
un mare di idee…

 

 

Dalla piattaforma WordPress.com a WordPress.org il passo è breve e necessario. Puoi gestire il blog in maniera piu autonoma, il nome è totalmente tuo e non appoggiato alla piattaforma.

Ma non hai più gli strumenti facili forniti. Ti devi scegliere tu i “plugin“, questi sconosciuti, oltre al dominio, scegli un hosting (già quale?)

E allora inizi a confrontarti. In rete, trovi mille suggerimenti.

 

 

 

Avere un webmaster che ti segue è utile, al momento non è ancora indispensabile, ma se il blog cresce lo diventerà presto.

Scegli il tema, i colori, imposti il menù, scegli se evidenziare le pagine e/o le categorie, cerchi di dare un ordine a quello che pubblichi.

Intanto scrivi. Migliori sempre più il tuo stile, a volte la spensieratezza dei primi articoli la perdi per stare attenta al Seo.

Il plugin di Seo è severo: ti dice se l’articolo è leggibile, se la parola chiave è corretta, quante volte l’hai usata e se il tuo articolo può andare, Semaforo di tutti i colori dal rosso, all’arancione al verde che è l‘ok! però ti diverti a capire come funziona il tutto.

Dicevamo, inizi a confrontarti con altri blogger. Ti iscrivi ai gruppi, fai work-shop gratuiti e/o a pagamento e capisci che sei solo all’inizio. Ci sono persone avanti a te anni luce.

La domanda che sicuramente ti farai è: posso guadagnare con il blog?
 spiaggia
TravelFeliz, posso guadagnare con un blog?

Si. Non è facile, non è uno stipendio a tempo pieno, non all’inizio, ma i mezzi ci sono.

A partire da Google Adsense, che ti permette di scegliere forma e misura che ti piacciono e sono attinenti al tuo stile.
Gli annunci che ho visto fin’ora sul mio blog mi piacciono, sono pertinenti (ovviamente) al blog e agli argomenti che tratto e sono nomi famosi.
Se qualcuno clicca sul banner, guadagni qualche centesimo.

 

 

Bene, dicevamo. Hai il tuo blog personale, hai scelto i criteri, stai attenta a come scrivi, ti fai conoscere condividendo nei social e poi ti viene voglia di fare un ulteriore salto.
Un blog tour, un viaggio stampa o una collaborazione con strutture, con enti del turismo locali e nazionali.

Ti chiedono i numeri, quanti visitatori e quante pagine vengono visualizzate, sei all’inizio. Ti senti piccola piccola.

E ti domandi: dopo essere arrivata fino a qui, sarò in grado di andare avanti?

E quindi studi di nuovo, ti confronti, partecipi a incontri di settore, alle fiere (nel mio caso turismo, che poi è anche la mia professione principale).

A questo punto sceglierai come e se proseguire, chi è partito con me ha fatto strade diverse: chi ha lasciato, chi è rimasto fermo, chi ha scelto le affiliazioni, chi invece è decollato.

Io sono andata avanti, ogni volta con piccoli passaggi e grandi conquiste (per me).

Il blog cresce, cambia forma, si arricchisce, a quel punto sei pronto a spiccare il volo.

Ma a quel punto, il gioco si fa serio.

TravelFeliz
TravelFeliz

 

 

 

 

E quando il gioco si fa duro…. inizia il divertimento… !

 

 

 

 

 

TravelFeliz

Agente di Viaggio in un tour operator e Travel Blogger: due professioni che si compensano, due obiettivi diversi. Lavorare con i viaggi e raccontare le esperienze ❣️