Slow tourism, in Italia nasce il Festival Nazionale dei Cammini

Slow Tourism, il turismo a passo lento

Il turismo lento avrà la sua festa: nasce il Festival Nazionale dei Cammini in Italia, con l’obiettivo di organizzare un evento annuale e la prima edizione nell’autunno 2022.

Sono quattro i comuni dell’Italia centrale coinvolti: Ascoli Piceno, Campobasso, L’Aquila e Norcia.

Dopo il primo incontro a Roma presso il ministero del Turismo, l’appuntamento è a Norcia il prossimo 20 marzo (2022), quando la Fiaccola di San Benedetto ritornerà nella città Natale del Santo Patrono d’Europa dopo aver raggiunto Santiago de Compostela, località del più famoso Cammino del mondo.

Tutti d’accordo nel costituire quella che prenderà il nome di Associazione Festival dei Cammini”, con sede all’Aquila e una rappresentanza che vedrà pienamente coinvolte le quattro città che ospiteranno l’evento annuale.

Il progetto, che punta al turismo Green e sostenibile in Italia , si è concretizzato nel corso di un incontro a cui hanno partecipato il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, e l’amministratore delegato dell’Enit, Roberta Garibaldi.

Presenti anche Paolo Piacentini, consigliere per i Cammini e gli Itinerari culturali del ministro Dario Franceschini, i rappresentanti dei ministeri del Turismo e della Cultura e al senatore Gaetano Quagliariello presidente della fondazione Magna Carta.

Hanno partecipato anche i sindaci delle città interessate: Marco Fioravanti (Ascoli Piceno), Pierluigi Biondi (L’Aquila) e Nicola Alemanno (Norcia). Insieme a Paola Felice, vicesindaco di Campobasso.

“In questo contesto si inserisce l’importante ‘Patto di Amicizia’ sottoscritto tra il Cammino di San Benedetto e il Cammino di Santiago.

Si va verso un turismo sempre più verde e sostenibile, fuori dalle rotte di massa, con il coinvolgimento di territori rurali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.