VACANZE IN SARDEGNA: OLTRE AL MARE C’È DI PIÙ

La Sardegna è meta ambita ogni anno per  turisti italiani e stranieri, in particolar modo durante le stagioni calde, per godere dei panorami suggestivi, immergersi nel mare cristallino e rilassarsi sulle affascinanti spiagge che l’isola offre.

Ma la Sardegna non è solo questo: l’isola infatti è anche ricca di aree naturali terrestri e di grotte suggestive, il tutto accompagnato da una solida e florida cultura.

♦ COME ARRIVARE IN SARDEGNA

L’isola si può raggiungere con diversi mezzi di trasporto.

L’aereo si propone di certo come il più veloce, che consente di raggiungere la Sardegna rapidamente, usufruendo delle offerte proposte da compagnie low cost e appoggiandosi agli aeroporti di Olbia e Alghero.

C’è poi il traghetto, comodo e pratico, che permette di raggiungere l’isola con una spesa minore e che garantisce partenze ben distribuite durante tutto l’arco della giornata. Le migliori offerte per i traghetti verso la Sardegna collegano la città di Olbia con i porti di Genova, Livorno, Piombino e Civitavecchia, tramite aziende leader del settore, come la rinomata Moby.

Giunti in Sardegna, potrete scegliere tra un soggiorno avventuroso e itinerante in camper o in moto e il comfort assicurato presso le tantissime strutture ricettive dell’isola, adatte a tutte le tasche e le necessità e situate sia nelle zone interne sia nelle aree costiere.

♦ COSA VEDERE IN SARDEGNA

Per il turismo balneare, da non perdere, ovviamente, la Costa Smeralda e l’Arcipelago della Maddalena, ma anche i siti di Badesi e Castelsardo, con la possibilità di effettuare escursioni in kayak o inoltrarsi in suggestivi itinerari di trekking.

Per gli appassionati di storia e archeologia, invece, la Sardegna offre un catalogo vastissimo di siti archeologici.

Dolmen, menhir, tombe dei giganti e nuraghi sono i protagonisti di Albucciu e Lu Brandali, l’isola di Caprera conserva al suo interno le memorie garibaldine, mentre l’isola della Maddalena a Capo Tegge e Nido d’Aquila permette di esplorare i ruderi delle difese costiere.

Irrinunciabile poi una sosta alle Grotte di Nettuno di Alghero, meraviglia naturale risalente a due milioni di anni fa. Le grotte si estendono per circa 4 chilometri all’interno del promontorio di Capo Caccia e offrono al pubblico un percorso di circa 1 chilometro, tra stalattiti e stalagmiti, tra il Lago Lamarmora e la Spiaggia dei Ciottolini.

L’itinerario si conclude con la visita della Tribuna della Musica, un balcone da cui è possibile vedere il panorama mozzafiato delle grotte dall’alto.

Da non perdere infine il Trenino verde della Gallura, un convoglio turistico che conduce lentamente da Palau a tempio Pausania, permettendo ai visitatori di osservare le bellezze paesaggistiche dell’isola, visitando alcune tra le città più importanti della subregione della Gallura.

La Sardegna, quindi, non è soltanto sole e mare, ma anche entroterra, con i suoi panorami mozzafiato e la tipica fauna del luogo.

TravelFeliz

Agente di Viaggio in un tour operator e Travel Blogger: due professioni che si compensano, due obiettivi diversi. Lavorare con i viaggi e raccontare le esperienze ❣️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *